Lavori di ristrutturazione a casa? Sai cosa serve per iniziare e soprattutto per proseguire? Ecco una piccola guida per dare una nuova vita alla vecchia casa o personalizzare quella nuova.

Sia che abbiate acquistato un nuovo appartamento e abbiate bisogno di renderlo adatto alle vostre esigenze, sia che desideriate rinnovare la nostra casa per renderla più efficiente, dovete sapere che ci sono delle adempienze alle quali far fronte.

Ristrutturazione prima casa

Per prima casa si intende il possesso del primo immobile da parte di una persona fisica, di solito è destinato ad uso abitativo.

La ristrutturazione della prima casa porta delle agevolazioni anche di natura fiscale:

  • Detrazioni fiscali sui lavori edilizi
  • Bonus fiscali sui lavori edilizi
  • Aliquota IVA ridotta del 10%
  • Bonus mobili

SCIA edilizia

Prima di poter iniziare la fase operativa è necessario prima di tutto presentare al comune di appartenenza una S.C.I.A. edilizia.

La S.C.I.A. è la Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Attraverso la legge 122 del 2010 si sostituisce la DIA (Denuncia di Inizio Attività) e comprende tutti quegli interventi di ristrutturazione, manutenzione, restauro e risanamento di un immobile.

La Scia deve essere presentata dal proprietario dell’immobile presso lo Sportello Unico di Edilizia del comune di appartenenza allegando:

  • Il progetto di un tecnico abilitato
  • Attestazioni e asseverazioni di un tecnico abilitato
  • Dichiarazione di conformità dei requisiti con elaborati tecnici
  • Copia delle certificazioni
  • Bollettini pagati

Una volta presentata la domanda si attende 30 giorni il parere dell’ufficio tecnico, passato questo tempo se non è arrivata nessuna comunicazione si applica il silenzio assenso e la Scia diventa operativa.

Una volta completata l’opera di ristrutturazione sarà necessario produrre un documento che attesti il “fine lavori” per chiudere la Scia.

Bonus ristrutturazione 2022

Il bonus ristrutturazione è stato prorogato fino al 31 Dicembre del 2024 permettendo a chi esegue lavori di ristrutturazione a casa propria di beneficiare di agevolazioni fiscali.

E’ possibile ad oggi beneficiare degli sgravi fiscali usufruendo della cessione del credito d’imposta o dello sconto in fattura, presentando altri documenti oltre a quelli già richiesti prima di questa data:

  • Visto di conformità che attesti i requisiti per accedere al Bonus
  • Attestato di congruità delle spese sostenute

Lavori di ristrutturazione casa

Per riuscire ad orientarsi in modo sicuro in questo mare di informazioni e documenti è necessario affidarsi a chi è abilitato.

NSPAZIO architettura segue con successo i suoi clienti nelle pratiche per la ristrutturazione di casa, Vieni a scoprire chi siamo!